Acido Folico: Che Cos’è? Cosa Serve? Dosaggio, Indagini, Sicurezza, Effetti Collaterali E Interazioni

qual è la funzione dell'acido folico

Sapevi che ci sono 13 vitamine vitali ed essenziali per la tua sopravvivenza?

Tra queste c’è la linea di vitamine del gruppo B con nomi come tiamina (per la vitamina B1), riboflavina (per la vitamina B2) e niacina (per la vitamina B3).

Poi c’è il folato, incredibilmente importante per la nostra salute, indipendentemente dalla nostra fase della vita.

Il folato (l’acido folico è una forma di vitamina B-9 che può essere sciolta in acqua) è importante nella formazione dei globuli rossi e per la crescita e la funzione delle cellule sane. Il folato del gruppo vitaminico è più attivo quando viene convertito in acido levomefolico (MF).

È un ingrediente chiave nella produzione di acido nucleico che fa parte di tutto il materiale genetico.

Il folato è un gruppo di sostanze chimicamente complesse che forniscono al corpo gruppi metilici chimicamente semplici. Il corpo ha bisogno di folati ma non può produrli da zero e quindi deve ottenerli da alimenti o integratori alimentari.

La sostanza nutritiva è fondamentale durante le prime fasi della gravidanza per ridurre il rischio di difetti alla nascita del cervello e della colonna vertebrale.

Il folato è vitale in tutte le fasi della vita, dallo sviluppo iniziale nel grembo materno alla nascita e all’età adulta. Ma per molte persone, i fattori dello stile di vita, i farmaci comunemente usati o le mutazioni genetiche comuni esauriscono le loro riserve di folati.

Per queste persone e per il resto di noi, il metilfolato è la migliore forma dietetica di acido folico.

Tutte le nostre cellule hanno anche bisogno di acido levomefolico per riparare il danno al loro DNA (che si verifica continuamente, anche nelle cellule sane).

Il metile proveniente principalmente dal folato è anche molto importante per l’epigenetica (attivazione e disattivazione dei geni utilizzando metile) e consente alle cellule di crescere, mantenere la loro struttura e produrre nuove cellule.

I nostri 200 miliardi di cellule cerebrali hanno bisogno di acido levomefolico per tutti questi motivi. Ma hanno anche bisogno di acido levomefolico per consentire loro di isolare le cellule nervose, importanti neurotrasmettitori, persino un importante ormone.

Tuttavia, l’acido levomefolico non si trova comunemente negli alimenti ed è molto raramente fornito dagli integratori alimentari.

Le riserve del corpo di acido levomefolico e altre risorse metiliche rischiano di esaurirsi a causa dell’abuso di alcol, del fumo e dell’elevato consumo di farmaci come:

Antiacidi, antibiotici, analgesici, alcuni diuretici, terapia sostitutiva con estrogeni, anticonvulsivanti orali, anticonvulsivanti e inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) psicoterapeutici.

Una dieta povera, una cattiva funzione digestiva e di assorbimento e una funzione renale non ottimale possono esaurire le riserve di folato del corpo.

Durante la gravidanza, la richiesta di acido folico aumenta notevolmente a causa delle esigenze del bambino in via di sviluppo. L’integrazione con acido levomefolico aiuta a fornire al cervello e al corpo il folato ottimizzato, per migliorare le possibilità di mantenere la salute e il benessere.

Il folato si trova principalmente nelle verdure a foglia verde scuro, nei fagioli, nei piselli e nelle noci. I frutti ricchi di acido folico includono arance, limoni, banane, meloni e fragole. La forma sintetica del folato è l’acido folico.

È un componente essenziale delle vitamine prenatali e si trova in molti alimenti fortificati, come i cereali e la pasta.

Una dieta priva di alimenti ricchi di folato o acido folico può portare a una carenza di folati.

La carenza di folato può verificarsi anche in persone che hanno condizioni, come la celiachia, che impediscono all’intestino tenue di assorbire i nutrienti dal cibo (sindromi da malassorbimento).

Dose

La quantità giornaliera raccomandata di acido folico per gli adulti è di 400 microgrammi (mcg). Le donne adulte che pianificano una gravidanza o potrebbero rimanere incinte dovrebbero ricevere da 400 a 800 mcg di acido folico al giorno.

Parla con un medico per consigli su quanto prendere e con che frequenza. Viene spesso prescritto 1 milligrammo (mg) al giorno.

A cosa serve l’acido folico

La vitamina B-9 include folato e acido folico ed è importante per varie funzioni del corpo. L’acido folico è il principale responsabile della crescita cellulare sana. Queste cellule si trovano all’interno dei tessuti della pelle, così come nei capelli e nelle unghie.

Secondo la British Dietetic Association (ADB), l’acido folico è vitale per la produzione di globuli rossi, così come:

  • La sintesi e la riparazione di DNA e RNA.
  • Aiutare nella rapida divisione e crescita cellulare.
  • Migliora la salute del cervello.

Autismo

Un recente studio ha collegato la carenza di acido folico all’autismo. I ricercatori hanno concluso:

“L’acido folico periconcezionale [prima del concepimento e all’inizio della gravidanza] può ridurre il rischio di [disturbo dello spettro autistico] in quelli con metabolismo dei folati inefficiente”.

Labbro leporino e palato

Una revisione della letteratura condotta nel 2014 ha concluso che l’integrazione di acido folico potrebbe ridurre il rischio di palatoschisi.

Artrite reumatoide

L’acido folico è spesso usato per supportare la prescrizione di metotrexato per l’artrite reumatoide.

Il metotrexato è un farmaco efficace per questa condizione. Tuttavia, è anche noto per rimuovere il folato dal corpo. Ciò può causare sintomi gastrointestinali nel 20-65% delle persone che usano il farmaco.

Tuttavia, è stato dimostrato che gli integratori di acido folico riducono gli effetti collaterali gastrointestinali del metotrexato del 79%. Sebbene le prove siano contrastanti e siano necessarie ulteriori ricerche.

Promuovi una gravidanza sana

A causa del suo coinvolgimento nella sintesi del DNA e importanti reazioni enzimatiche, l’acido folico è un componente fondamentale di una dieta per la gravidanza.

Durante la gravidanza, il fabbisogno di folati aumenta anche per aiutare a sostenere la crescita e lo sviluppo del feto.

In effetti, molti professionisti della salute raccomandano persino di iniziare a integrare o mangiare più alimenti con acido folico prima della gravidanza per prevenire i difetti alla nascita.

Uno dei vantaggi più noti del folato è la sua capacità di ridurre il rischio di difetti del tubo neurale che possono colpire il cervello, la colonna vertebrale o il midollo spinale.

Tuttavia, soddisfare il fabbisogno di folati può anche ridurre il rischio di anemia, parto pretermine e complicazioni durante la gravidanza.

Può ridurre il rischio di cancro

Ricerche emergenti mostrano che il folato può aiutare a prevenire alcuni tipi di cancro.

Secondo una revisione pubblicata dal Dipartimento di Medicina dell’Ospedale San Michele, mantenere livelli adeguati di folato o aumentare l’assunzione di folato da fonti alimentari e integratori potrebbe ridurre il rischio di cancro al pancreas e cancro al seno per alcune popolazioni.

Altri studi hanno scoperto che l’assunzione di folati potrebbe essere associata a un minor rischio di cancro del colon-retto, esofageo e ovarico.

Si noti, tuttavia, che altri studi hanno scoperto che il consumo di troppo acido folico da integratori e cibi fortificati può effettivamente essere associato a un aumento del rischio di alcuni tipi di cancro.

Sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere appieno il ruolo che l’acido folico e il folato possono svolgere nella prevenzione e nello sviluppo del cancro.

Supporta la salute del cuore

Le malattie cardiache colpiscono circa 92,1 milioni di americani e rappresentano quasi un terzo di tutti i decessi nel mondo.

Fortunatamente, gli studi dimostrano che l’acido folico è benefico per la salute del cuore e può aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiache.

Livelli più elevati di acido folico sono associati a livelli più bassi di omocisteina, un tipo di amminoacido che può contribuire alla formazione di coaguli di sangue e causare il restringimento e l’indurimento delle arterie.

Aumentare l’assunzione di folati può aiutare a ridurre i livelli di omocisteina per prevenire le malattie cardiache. In effetti, un’analisi del 2012 dalla Cina ha rilevato che ogni aumento di 200 microgrammi dell’assunzione di folati era associato a una diminuzione del 12% del rischio di sviluppare una malattia coronarica.

Costruisci ossa forti

Oltre ad essere associati a un aumentato rischio di malattie cardiache, livelli elevati di omocisteina possono anche influire sulla salute delle ossa.

Gli studi dimostrano che l’acido folico può abbassare i livelli di omocisteina e influire sulla velocità del metabolismo osseo per promuovere una migliore salute delle ossa.

In uno studio del 2014, l’aumento dell’omocisteina plasmatica era associato a livelli di folato ridotti e ridotta densità minerale ossea.

Inoltre, un altro studio pubblicato sul New England Journal of Medicine ha mostrato che livelli più elevati di omocisteina erano un fattore di rischio per le fratture osteoporotiche negli anziani.

Migliora la funzione cognitiva

Bassi livelli di folato, insieme ad altre vitamine del gruppo B come la vitamina B12, sono stati associati a declino cognitivo e demenza.

Uno studio pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition ha anche scoperto che un basso contenuto di folati era associato a una funzione cognitiva compromessa negli anziani.

Uno studio del 2016 ha rilevato che l’integrazione di acido folico è stata in grado di migliorare efficacemente la funzione cognitiva negli anziani con lieve deterioramento cognitivo.

Un altro studio pubblicato nel 2005 ha anche scoperto che una maggiore assunzione di acido folico era collegata a un minor rischio di sviluppare la malattia di Alzheimer.

Riduce i sintomi della sindrome delle gambe senza riposo

La sindrome delle gambe senza riposo è una condizione caratterizzata dalla necessità di muovere le gambe, soprattutto di notte.

Mentre chiunque può essere affetto dalla sindrome delle gambe senza riposo, le donne incinte sono particolarmente inclini a sviluppare la malattia.

Gli studi dimostrano che bassi livelli di acido folico possono essere associati allo sviluppo della sindrome delle gambe senza riposo, specialmente durante la gravidanza.

È interessante notare che, secondo un articolo pubblicato su Alternative Medicine Review, l’assunzione di acido folico può aiutare a ridurre i sintomi della sindrome delle gambe senza riposo.

Prove e ricerca

La ricerca sull’uso di folati e integratori di acido folico orale per condizioni specifiche mostra:

Difetti congeniti : la ricerca ha dimostrato che gli integratori di acido folico possono prevenire i difetti congeniti del tubo neurale.

L’assunzione di una vitamina prenatale quotidiana, idealmente a partire da tre mesi prima del concepimento, può aiutare a garantire che le donne ne abbiano abbastanza di questo nutriente essenziale.

Carenza di acido folico : la carenza di acido folico si verifica quando non c’è abbastanza acido folico o folico nel corpo.

Poiché il folato è importante per la produzione e il mantenimento dei globuli rossi, livelli inadeguati possono significare che non ci sono abbastanza globuli rossi per fornire al corpo un livello sano di ossigeno.

Questa condizione può comparire nelle persone che richiedono quantità maggiori di acido folico e che non assumono integratori, come le donne in gravidanza e in allattamento.

La carenza nutrizionale di folati viene trattata con integratori di acido folico per via orale. Questo tipo di carenza non è più un problema in molti paesi che fortificano cibi come cereali e pasta con acido folico.

L’anemia da carenza di acido folico può verificarsi in persone con condizioni sottostanti, come l’anemia falciforme. Può anche colpire le persone con condizioni che influenzano l’assorbimento del folato.

L’abuso di alcol o le malattie renali possono ridurre la capacità del corpo di assorbire efficacemente i folati.

Oltre all’anemia e alle deformità congenite, la carenza di acido folico può causare altri problemi di salute, tra cui:

  • Un aumento del rischio di sviluppare depressione clinica.
  • Possibili problemi con la memoria e la funzione cerebrale.
  • Un aumento del rischio di sviluppare malattie potenzialmente allergiche.
  • Un aumento del rischio potenziale a lungo termine di una minore densità ossea.

Il Medical Journal of Australia ha riportato nel gennaio 2011 che la prevalenza della carenza di folati nel paese era diminuita notevolmente dall’introduzione della fortificazione obbligatoria della farina di frumento nella panificazione.

Cuore, vasi sanguigni e ictus : fortunatamente, gli studi dimostrano che l’acido folico è benefico per la salute del cuore e può aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiache.

Livelli più elevati di acido folico sono correlati a livelli più bassi di omocisteina, l’acido folico funziona con le vitamine B-6 e B-12 per controllare i livelli di omocisteina nel sangue.

Livelli elevati di omocisteina possono aumentare il rischio di malattie cardiache e dei vasi sanguigni (malattie cardiovascolari), è un tipo di amminoacido che può contribuire alla formazione di coaguli di sangue e causare il restringimento e l’indurimento delle arterie.

In effetti, un’analisi del 2012 dalla Cina ha rilevato che ogni aumento di 200 microgrammi dell’assunzione di folati era associato a una diminuzione del 12% del rischio di sviluppare una malattia coronarica.

Depressione : alcune prove suggeriscono che l’acido folico potrebbe essere utile nel trattamento della depressione.

Demenza : non ci sono prove sufficienti per supportare l’integrazione di acido folico per la prevenzione della demenza.

Crescita dei capelli : la ricerca che stabilisce l’acido folico come metodo di crescita dei capelli è minima. Uno studio, pubblicato all’inizio del 2017, ha esaminato 52 adulti con capelli grigi prematuri.

I ricercatori dietro lo studio hanno scoperto carenze di acido folico e vitamine B-7 e B-12. Tuttavia, sono necessari ulteriori studi controllati per determinare se l’acido folico da solo può aiutare con la crescita dei capelli.

Generalmente sicuro

Per la maggior parte delle persone, la cosa migliore da fare è assumere folato dal cibo. Una dieta equilibrata generalmente fornisce tutto ciò di cui hai bisogno.

Tuttavia, gli integratori di acido folico sono raccomandati per le donne che stanno pianificando una gravidanza, potrebbero rimanere incinte, sono incinte o stanno allattando.

Gli integratori di acido folico possono anche aiutare le persone che hanno diete povere o condizioni che interferiscono con la capacità del corpo di assorbire l’acido folico.

Un sovradosaggio di acido folico può verificarsi quando si assumono troppi integratori o si mangiano una grande quantità di cibi fortificati, ma non se si mangia folato in alimenti naturali. L’assunzione di più di 1.000 mcg al giorno può causare danni ai nervi, secondo l’Office on Women’s Health.

Acido folico e gravidanza

Tutte le donne incinte o che stanno pianificando una gravidanza dovrebbero assumere più acido folico, secondo March of Dimes, un’organizzazione di ricerca focalizzata sulla prevenzione della deformità e della morte nei neonati.

Se sei incinta o stai pianificando di avere un bambino, è fondamentale che tu riceva una corretta alimentazione e in particolare devi assicurarti di assumere abbastanza acido folico utile.

Raccomandano inoltre che le donne assumano acido folico prima di iniziare una gravidanza e per le prime 4 settimane dopo il concepimento.

Il cuore e il cervello del bambino si stanno già formando solo 6 settimane dopo il concepimento, una donna che ha un basso contenuto di folati e rimane incinta può essere in svantaggio per la salute per la sua gravidanza anche prima di sapere di essere incinta.

Ogni donna in grado di rimanere incinta dovrebbe assumere integratori giornalieri di acido folico. Le donne di età superiore ai 14 anni dovrebbero assumere 400 microgrammi (mcg) al giorno e questo dovrebbe aumentare a 600 mcg durante la gravidanza.

Le donne dovrebbero mantenere un’assunzione giornaliera di 500 mcg durante l’allattamento.

La rivista online PLOS Medicine ha scritto nel 2009 che le donne che assumono integratori di acido folico per almeno 12 mesi prima di iniziare una gravidanza potrebbero ridurre il rischio di avere un bambino prematuro di oltre il 50%. I ricercatori hanno concluso:

“L’integrazione preconcetta di acido folico è associata a una riduzione dal 50 al 70 per cento dell’incidenza di parto pretermine spontaneo precoce”.

L’acido folico è essenziale per la crescita del midollo spinale nell’utero. È importante che una donna incinta consumi abbastanza acido folico durante le prime fasi dello sviluppo.

Questo perché il midollo spinale è una delle prime parti del corpo a formarsi nell’utero.

Poiché l’acido levomefolico è essenziale per lo sviluppo fetale, si raccomanda che tutte le donne in età riproduttiva assumano acido folico prima, durante e dopo la gravidanza.

Cruciale dall’inizio

Il folato è il nutriente più ricercato per la gravidanza, ma la maggior parte delle vitamine prenatali e altri multivitaminici continuano a fornire acido folico sintetico.

I gruppi metilici dell’acido levomefolico sono assolutamente fondamentali per il corretto sviluppo del cuore del bambino, del sistema nervoso e di tutti gli altri organi.

L’acido levomefolico metile è necessario dal momento della fecondazione dell’uovo umano, attraverso lo sviluppo del cervello, del cuore e di altri organi, fino alla nascita e per tutta la vita di una persona.

L’acido levomefolico cruciale dopo la gravidanza

Dopo la nascita, l’acido levomefolico rimane estremamente cruciale per lo sviluppo di un bambino.

Poiché il corpo della madre lavora al meglio per mantenere livelli sufficienti di latte materno, le sue riserve di metile e folato rischiano di esaurirsi, rendendo sia il bambino che la madre vulnerabili a tutti i problemi che la carenza comporta.

Continuando a integrare con l’acido levomefolico, che è il folato predominante nel latte materno, una madre può essere certa di sostenere la crescita continua del suo bambino proteggendo il proprio umore e il proprio benessere.

L’acido levomefolico evita le incertezze e le limitazioni associate all’uso di acido folico negli integratori prenatali. Le madri alimentate meglio hanno bambini più sani con cervelli ben sviluppati.

I figli di madri che sono ben nutrite e allattate al seno hanno possibilità sostanzialmente migliori di una salute ottimale man mano che diventano adulti.

Effetti collaterali

Se usato per via orale in dosi appropriate, l’acido folico è probabilmente sicuro. Non ci sono effetti collaterali gravi durante l’assunzione di acido folico. In rari casi, le persone segnalano un mal di stomaco.

Anche se una persona prende più acido folico del necessario, non c’è motivo di preoccuparsi. Poiché l’acido folico è solubile in acqua, qualsiasi eccesso passerà naturalmente nell’urina.

Gli integratori di acido folico sono disponibili per l’acquisto online. L’uso orale di acido folico può causare:

  • Cattivo sapore in bocca.
  • Malattia.
  • Perdita di appetito
  • Confusione.
  • Irritabilità.
  • Modello di sonno alterato.

Le persone con allergie possono avere una reazione agli integratori di acido folico. I segni premonitori di una reazione allergica includono:

  • Acne.
  • Prurito.
  • Macchie
  • Respirazione difficile
  • L’acido folico in eccesso viene escreto nelle urine.

L’integrazione di acido folico è generalmente considerata sicura per l’uso umano. Tuttavia, in rari casi, si sono verificate reazioni allergiche o anafilattoidi.

I pazienti che manifestano segni o sintomi di una grave reazione allergica, come orticaria, difficoltà a respirare o deglutire, devono cercare assistenza medica di emergenza.

Un elevato apporto di folato può mascherare la carenza di vitamina B-12 fino a quando i suoi effetti neurologici non diventano irreversibili.

Sebbene l’acido folico sia tecnicamente una vitamina B, non è incluso in molti integratori del complesso vitaminico B. Invece, potrebbe essere necessario cercare il nutriente nei multivitaminici.

Questo di solito può essere risolto assumendo un integratore che contenga il 100 percento del valore giornaliero di acido folico e vitamina B-12.

È disponibile anche come supplemento separato. Assicurati che il supplemento abbia il 100 percento del valore giornaliero di cui hai bisogno.

Interazioni

Le possibili interazioni includono:

Anticonvulsivanti : l’assunzione di acido folico con fosfenitoina (Cerebyx), fenitoina (Dilantin, Phenytek) o primidone (Mysoline) può abbassare la concentrazione del farmaco nel sangue.

Barbiturici : l’assunzione di acido folico con un medicinale che agisce come un depressivo del sistema nervoso centrale (barbiturico) potrebbe diminuire l’efficacia del medicinale.

Metotrexato (Trexall) : l’assunzione di acido folico con questo farmaco usato per trattare il cancro potrebbe interferire con la sua efficacia.

Pirimetamina (Daraprim) : l’assunzione di acido folico con questo medicinale antimalarico potrebbe ridurre l’efficacia del medicinale.

Cosa mangiare

La carenza di folato può contribuire a molti sintomi negativi, tra cui debolezza, affaticamento, mal di testa e irritabilità. A volte può anche indicare che potrebbero esserci altre carenze nutrizionali sottostanti, poiché spesso si verifica insieme ad altre carenze vitaminiche.

Se pensi di avere una carenza di folati, parla con il tuo medico dei livelli di folati testati.

Ottenere acido folico da cibi integrali come frutta, verdura e legumi è il modo migliore per soddisfare le tue esigenze di acido folico senza il rischio di effetti collaterali negativi.

Tuttavia, se decidi di aggiungere acido folico da alimenti o integratori di acido folico fortificato alla tua dieta, considera quanto stai consumando. Mantenere l’assunzione inferiore a 1.000 microgrammi al giorno per evitare effetti collaterali negativi e possibili effetti negativi sulla salute.

Alcuni cibi integrali sono fonti naturali di acido folico, come:

  • Fagioli.
  • Broccoli.
  • Frutti citrici.
  • Verdure a foglia verde.
  • Carne.
  • Noci
  • Pollame.
  • Germe di grano.

Tieni presente che più il cibo è elaborato, meno folati e altri nutrienti possono contenere.

Tuttavia, se stai cercando di ottenere più acido folico nella tua dieta, puoi cercare alcuni cibi fortificati che hanno il 100 percento del valore giornaliero per questo nutriente e altro ancora. Le opzioni includono cereali fortificati, riso bianco e pane.

Il succo d’arancia è un’altra buona fonte di acido folico, ma contiene anche una grande quantità di zucchero naturale.

Sebbene l’acido folico sia parte integrante dei nutrienti di cui il tuo corpo ha bisogno per formare nuove cellule, questo nutriente potrebbe non trattare da solo la crescita dei capelli.

Invece, concentrati sull’assicurarti di assumere abbastanza acido folico per la tua salute generale. In cambio, anche i tuoi capelli ne trarranno beneficio.

Consulta il tuo medico se hai dubbi specifici sulla crescita dei capelli. Se stai perdendo improvvisamente grandi quantità di capelli e sei calvo, ciò potrebbe indicare un problema medico sottostante, come l’alopecia o uno squilibrio ormonale. Tali condizioni non possono essere trattate con acido folico.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *