Asse Cardiaco: Fattori Di Alterazione, Deviazione Dell’asse Sinistro, Deviazione Dell’asse Destro E Analisi Vettoriale

asse cardiaco anormale

L’asse elettrico del cuore è la direzione media dei potenziali d’azione che viaggiano attraverso i ventricoli durante l’attivazione ventricolare.

Il complesso QRS, che rappresenta la depolarizzazione ventricolare, viene utilizzato per determinare l’asse cardiaco. Questo complesso si riferisce a tre vettori che descrivono quanto segue:

  • Onda Q: ha valori negativi ed è la prima onda che compare negli elettrocardiogrammi.
  • Onda R: è la classica immagine dell’elettrocardiogramma, ha polarità positiva ed è l’onda dopo il Q.
  • Onda S: ha polarità negativa e segue R.

Il termine, asse cardiaco elettrico, si riferisce generalmente all’asse elettrico sul piano frontale misurato dalle derivazioni degli arti.

Normalmente, il vettore che rappresenta l’asse cardiaco ha origine dal nodo AV (atrioventricolare), dove inizia l’attivazione ventricolare e punta verso il ventricolo sinistro.

Questo perché il massiccio ventricolo sinistro domina il processo di depolarizzazione ventricolare.

Fattori alteranti

Molti fattori possono alterare l’asse cardiaco, tra cui:

  • Posizione anatomica anormale del cuore nella cavità toracica (come nella destrocardia ).
  • Anatomia toracica anormale.
  • Posizione anormale del diaframma (come in obesità, gravidanza, ascite).
  • Patologia cardiopolmonare.
  • Precedente infarto miocardico.
  • Ischemia recente.
  • Embolia polmonare
  • Malattia polmonare ostruttiva.
  • Ipertrofia miocardica.
  • Cardiomiopatia dilatativa.
  • Anomalie di conduzione.

Il normale asse elettrico del cuore è compreso tra -30 gradi e +90 gradi (90 gradi positivi), rispetto alla linea orizzontale. Le variazioni nell’asse cardiaco elettrico possono essere classificate come deviazione dell’asse sinistro, deviazione dell’asse destro o deviazione estrema dell’asse.

Deviazione dell’asse sinistro

L’asse elettrico del cuore è compreso tra -30 gradi (30 gradi negativi) e -90 gradi (90 gradi negativi) rispetto alla linea orizzontale.

Le cause della deviazione dell’asse sinistro includono:

  • Ipertrofia ventricolare sinistra (il ventricolo sinistro si ingrandisce e genera più attività elettrica, quindi l’asse cardiaco “si sposta” verso sinistra).
  • Obesità (nelle persone obese, il diaframma è spesso posizionato in alto spingendo il cuore verso l’alto e ruotando il cuore e il suo asse elettrico verso sinistra).
  • Blocco di branca sinistro (si noti che nei pazienti con LBBB, deviazione dell’asse sinistro, asse normale e, in misura minore, deviazione dell’asse destro può essere trovata anche).
  • Blocco fascicolare anteriore sinistro.

Deviazione dell’asse destro

L’asse elettrico del cuore è compreso tra +90 gradi (90 gradi positivi) e 180 gradi (180 gradi positivi) rispetto alla linea orizzontale.

Le cause della deviazione dell’asse destro includono:

  • Ipertrofia ventricolare destra (il ventricolo destro si allarga e genera più attività elettrica, quindi l’asse cardiaco “si sposta” verso destra).
  • Perdita di tessuto dal ventricolo sinistro (ad esempio, causata da un infarto).
  • Embolia polmonare (a causa dell’ostruzione nell’arteria polmonare, il ventricolo destro deve generare pressioni più elevate per pompare il sangue nell’arteria polmonare, con conseguente aumento dell’attività elettrica del ventricolo destro e deviazione dell’asse destro).

Analisi vettoriale per determinare l’asse cardiaco

Nel determinare l’asse elettrico cardiaco mediante analisi vettoriale, la depolarizzazione ventricolare è rappresentata come un vettore di depolarizzazione medio con una freccia che punta in una direzione specifica.

La lunghezza del vettore rappresenta l’ampiezza del potenziale creato dalla differenza di cariche tra le cellule cardiache attivate (o depolarizzate) e le cellule cardiache a riposo, mentre la direzione della freccia rappresenta la direzione media dei vettori di depolarizzazione con riferimento a. i cavi anteriori.

Per definizione, la depolarizzazione ventricolare si propaga da un’area caricata negativamente a un’area caricata positivamente. Pertanto, il vettore di depolarizzazione medio punta all’area caricata positivamente.

Integrando le informazioni ottenute da una combinazione di diverse derivazioni degli arti, l’asse elettrico del cuore può essere determinato escludendo tutti gli “scenari impossibili”.

Cioè, quando i complessi QRS nelle derivazioni I e II deviano prevalentemente in modo positivo, tutte le deviazioni dagli assi sinistro, destro ed estremo vengono escluse. Pertanto, l’asse elettrico del cuore è nel range normale.

Quando i complessi QRS nelle derivazioni I e VF deviano in modo prevalentemente positivo, tutte le deviazioni dagli assi sinistro, destro ed estremo vengono escluse. Pertanto, l’asse elettrico del cuore è nel range normale.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *