Atrofia Cerebrale: Sintomi, Cause, Diagnosi, Trattamento E Panoramica

definizione di atrofia cerebrale

È la perdita di cellule cerebrali chiamate neuroni. Distrugge anche le connessioni che aiutano le cellule a comunicare.

Può essere il risultato di molte malattie diverse che danneggiano il cervello, inclusi ictus e morbo di Alzheimer.

Con l’avanzare dell’età, alcune cellule cerebrali vengono perse naturalmente, ma questo è un processo lento.

L’atrofia cerebrale associata a malattie o lesioni si verifica più rapidamente ed è più dannosa.

Questa atrofia può colpire diverse parti del cervello:

  • Atrofia focale: colpisce le cellule in alcune aree del cervello e provoca una perdita di funzione in quelle aree specifiche.
  • Atrofia generalizzata : colpisce le cellule di tutto il cervello.

L’aspettativa di vita tra i pazienti con atrofia cerebrale può essere influenzata dalla condizione che ha causato la contrazione del cervello:

  • Le persone con malattia di Alzheimer vivono in media da quattro a otto anni dopo la diagnosi.
  • Le persone con sclerosi multipla possono avere un’aspettativa di vita quasi normale se la loro condizione viene trattata in modo efficace.

Sintomi

I sintomi dell’atrofia cerebrale variano a seconda della regione o delle regioni del cervello colpite:

  • La demenza è la perdita di memoria, apprendimento, pensiero astratto e funzioni esecutive, come la pianificazione e l’organizzazione.
  • Le convulsioni sono ondate di attività elettrica anormale nel cervello che causano movimenti ripetitivi, convulsioni e talvolta perdita di coscienza.
  • Le afasie implicano problemi nel parlare e comprendere la lingua.

Cause

Lesioni, malattie e infezioni possono danneggiare le cellule cerebrali e causare atrofia.

Lesioni

Ictus: si verifica quando il flusso sanguigno a una parte del cervello viene interrotto. Senza un apporto di sangue ricco di ossigeno, i neuroni nell’area muoiono.

Le funzioni controllate da quelle aree del cervello, inclusi il movimento e la parola, vengono perse.

Lesione cerebrale traumatica: si tratta di un danno al cervello che può essere causato da una caduta, un incidente d’auto o un altro colpo alla testa.

Malattie e disturbi

Morbo di Alzheimer e altre forme di demenza: si tratta di condizioni in cui le cellule cerebrali vengono progressivamente danneggiate e perdono la capacità di comunicare tra loro.

Causano una perdita di memoria e capacità di pensiero abbastanza grave da alterare la vita.

La malattia di Alzheimer, che di solito inizia dopo i 60 anni, è la principale causa di demenza. È responsabile dal 60 all’80% di tutti i casi.

Paralisi cerebrale: è un disturbo del movimento causato da uno sviluppo anormale del cervello nell’utero.

Causa mancanza di coordinazione muscolare, difficoltà a camminare e altri disturbi del movimento.

Malattia di Huntington: è una malattia ereditaria che danneggia progressivamente i neuroni. La malattia di solito inizia a metà della vita.

Nel tempo, colpisce le capacità mentali e fisiche di una persona che può portare a grave depressione e corea (movimenti involontari simili a una danza in tutto il corpo).

Leucodistrofie: sono un gruppo di malattie ereditarie rare che danneggiano la guaina mielinica, uno strato protettivo che circonda le cellule nervose.

Generalmente, a partire dall’infanzia, può causare problemi di memoria, movimento, comportamento, vista e udito.

Sclerosi multipla – di solito inizia nell’età adulta e colpisce le donne più spesso degli uomini.

È una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario attacca il rivestimento protettivo attorno alle cellule nervose.

Nel tempo, le cellule nervose vengono danneggiate, di conseguenza possono verificarsi problemi con la sensazione, il movimento e la coordinazione.

Tuttavia, come altre malattie osservate, può anche portare a demenza e atrofia cerebrale.

Infezioni

AIDS: è una malattia causata dal virus HIV, che attacca il sistema immunitario del corpo.

Sebbene il virus non attacchi direttamente i neuroni, danneggia le connessioni tra loro attraverso le proteine ​​e altre sostanze che rilascia.

La toxoplasmosi associata all’AIDS può anche danneggiare i neuroni del cervello.

Encefalite: si riferisce a un’infiammazione del cervello. Il più delle volte è causato dall’herpes simplex, ma anche altri virus come West Nile o Zika possono causarlo.

I virus danneggiano i neuroni e causano sintomi come confusione, convulsioni e paralisi. Una condizione autoimmune può anche causare encefalite.

Neurosifilide: è una malattia che danneggia il cervello e il suo rivestimento protettivo. Può verificarsi nelle persone con la sifilide della malattia a trasmissione sessuale e non ricevono un trattamento completo.

Alcune di queste condizioni, come la neurosifilide, l’AIDS e le lesioni cerebrali traumatiche, possono essere prevenute.

Praticare sesso sicuro usando il preservativo può prevenire la sifilide e le infezioni da HIV.

Indossare la cintura di sicurezza in macchina e indossare un casco quando si va in bicicletta o in moto può aiutare a prevenire lesioni cerebrali.

Altre condizioni, come la malattia di Huntington, le leucodistrofie e la sclerosi multipla, non possono essere prevenute.

Trattamento

Ogni condizione che causa atrofia cerebrale viene trattata in modo diverso:

Ictus: viene trattato con farmaci come l’attivatore tissutale del plasminogeno, che dissolve il coagulo per ripristinare il flusso sanguigno al cervello.

La chirurgia può anche rimuovere un coagulo di sangue o riparare un vaso sanguigno danneggiato.

Gli anticoagulanti e i farmaci per abbassare la pressione sanguigna possono aiutare a prevenire un altro ictus.

Lesione cerebrale traumatica: può essere trattata con un intervento chirurgico che previene ulteriori danni alle cellule cerebrali.

Sclerosi multipla: spesso trattata con farmaci modificanti la malattia come ocrelizumab, glatiramer acetato e fingolimod.

Questi farmaci aiutano a prevenire gli attacchi del sistema immunitario che danneggiano le cellule nervose.

AIDS e alcune forme di encefalite: vengono trattate con farmaci antivirali. Steroidi e speciali farmaci anticorpali possono trattare l’encefalite autoimmune.

Sifilide: viene trattata con antibiotici che aiutano a prevenire i danni alle cellule nervose e altre complicazioni della malattia.

Non esiste un vero trattamento o cura per i danni cerebrali causati dalla malattia di Alzheimer, altre forme di demenza, paralisi cerebrale, malattia di Huntington o leucodistrofie.

Tuttavia, alcuni farmaci possono alleviare i sintomi di queste condizioni ma non attaccarne le cause.

Diagnosi

Il processo diagnostico dipende dalla condizione stabilita da un medico. Di solito comporterà un esame fisico seguito da alcuni test.

L’atrofia cerebrale apparirà sulle immagini del cervello come segue:

  • La tomografia computerizzata (TC) utilizza immagini a raggi X da diverse angolazioni per creare immagini dettagliate del tuo cervello.
  • La risonanza magnetica (MRI) crea immagini del cervello su pellicola dopo aver esposto il cervello a un breve campo magnetico.

Panorama

Le prospettive dipendono da quale condizione ha causato l’atrofia cerebrale. Alcune condizioni, come ictus, encefalite, sclerosi multipla o AIDS, sono gestibili con il trattamento.

L’atrofia cerebrale può essere rallentata o fermata in alcune situazioni.

Altri, come l’Alzheimer e la malattia di Huntington, peggioreranno progressivamente i sintomi e l’atrofia cerebrale nel tempo.

Un medico dovrebbe essere consultato sulla causa dell’atrofia cerebrale, sui possibili trattamenti e sulle prospettive che ci si può aspettare.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *