Cisti Follicolare: Caratteristiche, Sintomi, Cause, Tipi, Fattori Di Rischio, Diagnosi E Trattamento

qual è la cisti follicolare dell'ovaio

Un follicolo ovarico è un insieme di aggregazione cellulare approssimativamente sferoide che si trova nelle ovaie.

Le donne iniziano la pubertà con circa 400.000 follicoli, ognuno con il potenziale per rilasciare un uovo durante l’ovulazione per la fecondazione. Queste uova si schiudono una volta ogni ciclo mestruale.

La cisti follicolare ovarica, la cisti follicolare di Graaf o la cisti follicolare è un tipo di cisti funzionale semplice ed è il tipo più comune di cisti ovarica. Le cisti ovariche sono sacche di liquido che possono crescere nelle ovaie.

Esistono due tipi di piccole cisti ovariche che possono essere considerate “normali”. Durante la prima metà del mese mestruale (“fase follicolare”), gli estrogeni stimolano la crescita di un follicolo dominante.

Questo follicolo si riempie di liquido che fuoriesce quando l’uovo pronto (“ovocita”) viene espulso (“ovulazione”). Dopo che l’uovo è stato rilasciato, il suo precedente follicolo si chiude e diventa il “corpo luteo” che produce progesterone per le due settimane successive (“fase luteale”).

Se quantità maggiori del normale si accumulano in una di queste fasi, possono svilupparsi cisti ovariche che causano dolore o cambiamenti nel sanguinamento mestruale. Un’ovaia normale misura circa 2 x 3 cm (dimensione della mandorla).

Una cisti ovarica follicolare, se l’ovulo non viene espulso e la quantità di liquido continua ad aumentare, può raggiungere dimensioni fino a 10 cm.

Fortunatamente, la maggior parte delle cisti follicolari è più piccola e si risolverà in uno o tre mesi. Se la dimensione è grande (ad esempio, più di 8 cm), la cisti pesante può far ruotare l’ovaio su se stesso come un fiore pesante su uno stelo eccessivamente fragile.

Questa torsione (“torsione ovarica”) provoca un forte dolore interrompendo l’afflusso di sangue all’ovaio. Mentre le cisti follicolari sono il tipo più comune di cisti ovariche, la torsione è rara.

Sono molto comuni; la maggior parte delle donne li riceverà almeno una volta nella vita. Per la maggior parte, le cisti ovariche non sono pericolose per la vita o addirittura fastidiose. Alcune donne sperimentano casi più avanzati che richiedono cure mediche.

Eziologia

Il follicolo ovarico matura durante la fase proliferativa del ciclo mestruale, quindi l’aumento dell’ormone luteinizzante provoca il rilascio di ovociti maturi a metà del ciclo, quindi il follicolo si trasforma in un corpo luteo.

Se non c’è fecondazione, il corpo luteo tipicamente si atrofizza, formando infine un corpo albicans.

Se non c’è un picco di LH o nessuna ovulazione, il follicolo si trasforma in una cisti, che di solito scompare in 2-3 cicli mestruali, ma può persistere.

Caratteristiche cliniche

  • Generalmente asintomatico o forma una massa annessiale.
  • Il peduncolo può torcersi e causare infarto emorragico.
  • Associato alla pubertà precoce nei ragazzi.

Può essere multiplo quando è un componente della sindrome di McCune-Albright (displasia fibrosa poliostotica, pigmentazione della melanina cutanea e organo endocrino iperattivo).

Fisiopatologia di una cisti follicolare

Questo tipo può formarsi quando l’ovulazione non si verifica e un follicolo non si rompe né rilascia il suo uovo, ma invece cresce fino a diventare una cisti, o quando un follicolo maturo regredisce (collassa su se stesso).

È a parete sottile, rivestita da uno o più strati di cellule della granulosa e riempita di fluido trasparente.

segni e sintomi

Le cisti ovariche spesso non causano sintomi. Quando si verificano i sintomi, possono includere quanto segue:

  • Dolore durante i rapporti o le mestruazioni.
  • Gonfiore addominale
  • Malattia.
  • Vomito
  • Sanguinamento insolito
  • Aumento di peso
  • Incapacità di svuotare completamente la vescica.
  • Dolore al seno
  • Dolore nella regione pelvica, nella parte bassa della schiena o nelle cosce.

I seguenti sintomi richiedono cure mediche immediate:

  • Grave dolore addominale che si manifesta all’improvviso (può essere un segno di una cisti ovarica rotta).
  • Svenimento.
  • Debolezza.
  • Vertigini.
  • Respirazione veloce.

La sua rottura può creare un dolore acuto e grave sul lato dell’ovaio dove appare la cisti. Questo dolore acuto (a volte chiamato mittelschmerz) si verifica nel mezzo del ciclo mestruale, durante l’ovulazione. Circa un quarto delle donne con questo tipo di cisti sperimenta dolore.

Molte donne con cisti ovariche non presentano alcun sintomo. I sintomi si verificano generalmente quando qualcosa va storto.

Ad esempio, una cisti può crescere, iniziare a sanguinare, aprire, torcere la tuba di Falloppio o interferire con l’afflusso di sangue all’ovaio, secondo la National Library of Medicine. Alcuni sintomi si verificano anche quando una cisti viene colpita durante il rapporto sessuale.

I possibili sintomi possono includere una sensazione di pienezza pelvica perché una cisti preme sulla vescica, tenerezza pelvica o dolore nella parte destra o sinistra dell’addome inferiore che può irradiarsi alla schiena e alle gambe, dolore durante la defecazione, tenerezza al seno ecc.

Le donne che soffrono di cisti ovariche possono anche avere problemi a mangiare. Sentirsi pieni rapidamente quando si mangia, perdere l’appetito e perdere peso senza provare quasi tutti i giorni per almeno due settimane può essere un segno di una ciste, secondo la National Library of Medicine.

È importante conoscere i sintomi delle cisti ovariche perché alcuni sintomi indicano che è necessaria un’attenzione medica immediata. In caso di dolore addominale o pelvico improvviso e grave, nausea o vomito o febbre, consultare immediatamente un medico, poiché questo potrebbe essere un segno di un problema più grave.

Cause

Secondo la Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, le donne che si trovano tra la pubertà e la menopausa hanno maggiori probabilità di sviluppare cisti ovariche. Esistono diversi tipi di cisti che possono formarsi sulle ovaie durante questo periodo della vita.

La più comune è una cisti funzionale. Le ovaie sviluppano strutture chiamate follicoli, dove si sviluppano uova immature.

Se il follicolo non si apre e non rilascia l’uovo, si riempie di liquido e provoca una cisti. Questo è un tipo di cisti funzionale chiamata cisti follicolare. Se le cisti si formano dopo che l’uovo è stato rilasciato, si parla di cisti del corpo luteo.

La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) si verifica quando il corpo non produce abbastanza ormoni affinché il follicolo rilasci l’uovo, causando cisti follicolari. La sindrome dell’ovaio policistico interrompe la normale produzione di ormoni, che può causare una serie di problemi.

Altre cisti si sviluppano da tessuti e cellule. Alcuni sono creati con tessuto ovarico riempito con un fluido acquoso o materiale mucoso. Questi tipi di cisti sono chiamati cistoadenomi.

Le cisti dermoidi sono cisti ovariche che possono contenere capelli, pelle o denti. Queste aggiunte insolite sono causate da cellule che producono uova umane, secondo la Mayo Clinic.

Gli endometriomi sono cisti causate da cellule endometriali uterine che crescono all’esterno dell’utero e si uniscono all’ovaio per formare una crescita.

A volte le cisti possono essere causate da fattori esterni. Ad esempio, i farmaci per la fertilità possono causare più cisti di grandi dimensioni sulle ovaie. Questa condizione è chiamata sindrome da iperstimolazione ovarica.

Quando una cisti diventa cancerosa si chiama cancro ovarico. Secondo l’American Cancer Society, una donna su 75 svilupperà il cancro ovarico e circa 14.240 donne moriranno di cancro ovarico nel 2016.

Quali sono i diversi tipi di cisti ovarica?

Il tipo più comune di cisti ovarica è chiamato cisti funzionale. Le cisti funzionali generalmente non sono pericolose e spesso non causano sintomi. Se una cisti ovarica non è funzionale, è considerata una “cisti ovarica complessa”.

Cisti ovariche funzionali:

Esistono due tipi di cisti ovariche funzionali: cisti follicolari e cisti del corpo luteo.

Le cisti follicolari contengono un follicolo che non è stato rotto e riempito con più liquido. Le cisti del corpo luteo si verificano quando il follicolo si rompe per rilasciare l’uovo, ma poi diventa sigillato e gonfio di liquido.

Le cisti del corpo luteo possono essere dolorose e causare sanguinamento. Quando il sanguinamento si verifica in una cisti funzionale, è noto come cisti emorragica.

Cisti ovariche complesse:

Altri tipi di cisti ovariche possono essere associati a endometriosi, sindrome dell’ovaio policistico e altre condizioni. Le ovaie policistiche si verificano quando le ovaie sono anormalmente grandi e contengono molte piccole cisti sui bordi esterni.

Le escrescenze non cancerose che si sviluppano dal tessuto del rivestimento esterno delle ovaie sono note come cistoadenomi. Una cisti può anche svilupparsi quando il tessuto del rivestimento uterino cresce all’esterno dell’utero e si attacca alle ovaie; Questo è noto come endometrioma.

Cisti ovariche durante la gravidanza:

Le cisti ovariche durante la gravidanza sono di solito cisti ovariche funzionali scoperte nel primo trimestre.

Una grande cisti follicolare luteinizzata può rompersi o torcersi durante la gravidanza. Tuttavia, in assenza di queste complicazioni, una semplice cisti ovarica può spesso essere trattata in modo conservativo, purché la valutazione ecografica della cisti sia benigna.

La rapida crescita di una semplice cisti follicolare è rara, ma a volte può complicare la gravidanza. Le cisti ovariche durante la gravidanza tendono a risolversi da sole prima del parto.

Fattori di rischio

I seguenti sono potenziali fattori di rischio per lo sviluppo di cisti ovariche:

  • Storia di precedenti cisti ovariche.
  • Cicli mestruali irregolari.
  • Sterilità.
  • Sindrome delle ovaie policistiche.
  • Endometriosi .
  • Obesità.
  • Mestruazioni precoci (11 anni o meno).
  • Ipertiroidismo .
  • Terapia con tamoxifene per il cancro al seno.

Diagnosi di cisti follicolare

L’ecografia è lo strumento principale utilizzato per documentare la cisti follicolare. Un esame pelvico aiuterà anche nella diagnosi se la cisti è abbastanza grande da essere vista.

Le cisti ovariche possono essere diagnosticate in diversi modi. Una volta che il medico sospetta una cisti ovarica, verranno eseguiti ulteriori test per confermare la diagnosi.

Ecografia pelvica e transvaginale:

Le cisti ovariche si trovano spesso durante un esame pelvico. Un’ecografia pelvica può consentire al medico di vedere la cisti con onde sonore e aiutare a determinare se è costituita da tessuto fluido, solido o una miscela dei due.

Un’ecografia transvaginale coinvolge un medico che inserisce una sonda nella vagina per esaminare l’utero e le ovaie. L’esame consente al medico di vedere la cisti in modo più dettagliato.

Chirurgia laparoscopica:

Durante la chirurgia laparoscopica, un medico eseguirà piccole incisioni e farà passare un mirino sottile (laparoscopio) attraverso l’addome. Il laparoscopio consentirà al medico di identificare la cisti ed eventualmente rimuovere o eseguire una biopsia della ciste.

Analisi del siero CA-125:

Un esame del sangue dell’antigene tumorale 125 (CA-125) può aiutare a suggerire se una cisti è dovuta al cancro ovarico, ma anche altre condizioni, tra cui l’endometriosi e i fibromi uterini, possono aumentare i livelli di CA-125, quindi questo test non è specifico per il cancro ovarico .

In alcuni casi di cancro ovarico, i livelli di CA-125 non sono sufficientemente alti per essere rilevati dall’analisi del sangue.

Livelli ormonali:

Il medico può ordinare un test di gravidanza e valutare i livelli ormonali. Possono anche essere effettuati esami del sangue per cercare altri ormoni che possono causare PCOS.

Culdocentesi:

È possibile prelevare un campione di liquido dal bacino per escludere il sanguinamento nella cavità addominale. La culdocentesi viene eseguita inserendo un ago attraverso la parete vaginale dietro la cervice.

Un medico li controlla per assicurarsi che se ne vadano e discute le opzioni di trattamento in caso contrario.

La maggior parte delle cisti scompare da sola senza la necessità di cure in otto a 12 settimane, secondo la National Library of Medicine. Tuttavia, le cisti che crescono più di 5 centimetri sono a maggior rischio di torsione (torsione attorno alla tuba di Falloppio).

La torsione è un’emergenza ginecologica. Le donne con torsione ovarica hanno un’improvvisa comparsa di dolore addominale, spesso associato a nausea e possibilmente vomito e febbre di basso grado.

Il monitoraggio precoce è la chiave per trovare le cisti ovariche prima che diventino un problema. Tutte le donne dovrebbero visitare regolarmente il proprio ginecologo.

Gli esami pelvici di routine possono rilevare le cisti ovariche o qualsiasi altro cambiamento nelle ovaie il prima possibile. È importante prestare attenzione al proprio corpo e segnalare al medico eventuali modifiche al ciclo mensile.

I medici spesso verificano la presenza di cisti utilizzando gli ultrasuoni, ma possono essere utilizzati anche altri dispositivi di imaging, come scansioni TC o risonanza magnetica.

Possono anche essere effettuati esami del sangue per cercare cambiamenti nei livelli ormonali, segni di gravidanza e possibile cancro. Una volta che una cisti è confermata, le cisti più grandi, cancerose o persistenti possono essere rimosse chirurgicamente.

Se la donna è prossima alla menopausa, anche le cisti possono essere rimosse.

Alcune donne hanno maggiori probabilità di sviluppare cisti. In questi casi, un medico prescriverà spesso il controllo delle nascite che contiene estrogeni per ridurre il rischio di sviluppare alcuni tipi di cisti funzionali che si verificano dopo l’ovulazione.

Le donne sono spesso preoccupate che le cisti possano influire sulla loro fertilità. In generale, la fertilità non è influenzata dalle cisti funzionali.

Tuttavia, se le cisti diventano troppo grandi e devono essere rimosse chirurgicamente, c’è sempre il rischio che il tessuto ovarico venga compromesso o che l’ovaia venga rimossa completamente.

Finché l’altra ovaia è intatta e funziona correttamente, una donna di solito può avere figli.

Trattamento della cisti follicolare

Molte cisti ovariche funzionali non richiedono alcun trattamento e spesso si risolvono da sole. Le cisti ovariche, in particolare le cisti piene di liquido, nelle donne in età fertile sono spesso gestite con vigile attesa.

Ciò comporta la ripetizione di un esame da 1 a 3 mesi dopo la scoperta della cisti. Se la cisti è scomparsa o non ci sono cambiamenti, potrebbe non essere necessario alcun trattamento.

Medicinali:

Gli analgesici come l’ibuprofene possono essere usati per aiutare a ridurre il dolore pelvico. Questi farmaci antinfiammatori non aiutano a sciogliere la cisti ovarica, ma offrono solo sollievo dai sintomi.

Se una donna ha frequenti cisti ovariche funzionali, il medico può prescrivere contraccettivi ormonali per prevenire l’ovulazione e ridurre il rischio di formare nuove cisti.

Cisti ovariche rotte:

Gli antidolorifici possono aiutare a ridurre i sintomi fastidiosi di una cisti ovarica rotta.

Di solito non è necessario un intervento chirurgico, ma una cisti ovarica dermoide rotta (un tipo di tumore benigno che contiene molti tipi di tessuto corporeo) può richiedere un intervento chirurgico perché il contenuto della cisti è molto irritante per gli organi interni.

La chirurgia può anche essere necessaria per la rottura della cisti ovarica se c’è un’emorragia interna o la possibilità di cancro.

Chirurgia della cisti ovarica:

Se una cisti ovarica continua a crescere, non si risolve da sola, appare sospetta agli ultrasuoni o provoca sintomi, il medico può raccomandare la rimozione chirurgica.

La chirurgia può essere raccomandata più spesso per le donne in postmenopausa con cisti preoccupanti, poiché il rischio di cancro ovarico aumenta con l’età. Una cisti ovarica può essere rimossa chirurgicamente mediante laparoscopia o laparotomia .

La laparoscopia prevede la rimozione della cisti praticando diverse piccole incisioni nell’addome. Il medico utilizzerà quindi una fotocamera e strumenti specializzati per rimuovere la cisti.

Se la cisti è grande o il medico sospetta il cancro, il chirurgo eseguirà una laparotomia, che prevede una grande incisione addominale. In alcuni casi di cisti ovariche, sarà necessario rimuovere un’ovaia o altri tessuti.

Una donna in premenopausa a cui è stata asportata un’ovaia non diventerà sterile o attraverserà la menopausa dalla procedura.

Qual è la prognosi per una cisti ovarica?

La prognosi per le donne, in particolare le donne in premenopausa , che hanno cisti ovariche funzionali è molto buona. La maggior parte di queste cisti si risolve da sola entro pochi mesi senza trattamento.

Le prospettive per le donne che hanno altri tipi di cisti ovariche dipendono da una varietà di fattori. L’età della donna, lo stato di salute e la causa alla base della cisti sono fattori che influenzano la prognosi.

Età:

La stimolazione ormonale dell’ovaio determina lo sviluppo di una cisti ovarica funzionale. Una donna che ha ancora le mestruazioni e produce estrogeni ha maggiori probabilità di sviluppare una cisti.

Le donne in postmenopausa hanno un minor rischio di sviluppare cisti ovariche perché non stanno più ovulando o non producono grandi quantità di ormoni.

Le donne più giovani che sviluppano quantità maggiori di ormoni hanno maggiori probabilità di sviluppare cisti ovariche rispetto alle donne in postmenopausa.

Dimensione della cisti:

La dimensione di una cisti corrisponde direttamente alla velocità con cui si contraggono. La maggior parte delle cisti funzionali hanno un diametro di 2 pollici o meno e non richiedono un intervento chirurgico per essere rimosse. Tuttavia, le cisti di diametro superiore a 4 centimetri richiedono generalmente un intervento chirurgico.

Le cisti follicolari ovariche possono essere prevenute?

Sebbene le cisti ovariche non possano essere prevenute, esami pelvici regolari possono aiutare a diagnosticare eventuali cambiamenti nelle ovaie.

Se una donna è in premenopausa e ha cisti ovariche funzionali ricorrenti, la pillola anticoncezionale o altre terapie ormonali possono aiutare a prevenire la formazione di nuove cisti.

La maggior parte delle cisti ovariche si risolve da sola senza trattamento e non è pericolosa.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *