Emianopsia: Definizione, Tipi, Cause, Sintomi, Diagnosi E Trattamento

qual è la definizione di emianopsia

È un disturbo visivo in cui è interessata metà del campo visivo e la persona può vedere solo metà delle cose.

Hemianopia è un termine che ha avuto origine da tre diversi termini greci; “Hemi” significa metà, “un” che significa senza e “opsia” che si traduce in visione. Quindi fondamentalmente significa nessuna mezza visione.

A volte, quando una persona soffre di emicrania grave, può sperimentare un’emianopsia temporanea, ma di solito è di breve durata.

Mentre la persona che soffre di emianopsia permanente sperimenta la cecità nel mezzo del suo campo visivo in modo permanente, questo di solito è dovuto a una lesione cerebrale del tumore al cervello.

I pazienti con emianopsia tendono a inciampare nelle cose e sono facilmente scioccati e agitati dall’improvvisa comparsa di cose e persone nel loro campo visivo, o almeno così sembra loro.

Inciampano o cadono molto facilmente e sono quindi abbastanza nervosi per la folla e le riunioni pubbliche.

Questo accade spesso a pazienti colpiti da ictus o persone che hanno subito lesioni cerebrali traumatiche.

Le immagini visive catturate sul lato sinistro del cervello comunicano con il lato destro e viceversa, quindi l’emianopsia generalmente colpisce allo stesso modo lo stesso lato di ciascun occhio.

I lati posteriori opposti del cervello corrispondono all’occhio opposto, il che significa che se si verifica una lesione sul lato sinistro del cervello, si verificano difetti del campo visivo nell’occhio destro.

Tipi di emianopsia

L’emianopsia può essere di diversi tipi a seconda di quale lato del campo visivo si sta perdendo. È classificato nelle seguenti tipologie:

Emianopsia omonima: L’ emianopsia omonima è una condizione in cui lo stesso lato del campo visivo si perde in entrambi gli occhi. Può essere sul lato sinistro o destro a seconda di quale lato del cervello è interessato.

La connessione del nostro cervello con il resto del corpo è intrecciata. Quindi il tratto ottico sinistro sul lato sinistro del cervello controlla il lato destro della vista in entrambi gli occhi.

Allo stesso modo, il tratto ottico destro sul lato destro del cervello controlla il lato sinistro della vista per entrambi gli occhi. Quindi, qualunque lato del cervello sia colpito provoca la perdita della vista sui lati opposti di entrambi gli occhi.

Emianopsia eteronima: è un tipo di emianopsia che può essere descritta come la perdita della vista in diversi campi visivi degli occhi.

Emianopsia binasale: quando la cecità si verifica nel campo visivo più vicino alla parte nasale in entrambi gli occhi, si parla di emianopsia binasale.

Ciò si verifica a causa della presenza di lesioni o di alcuni danni alle fibre nervose retiniche laterali che non attraversano il chiasma ottico e trasmettono informazioni dalla retina temporale. Ciò si traduce in una perdita della vista sul lato nasale di entrambi gli occhi.

Emianopsia bitemporale: è cecità o perdita della vista dal lato esterno. Questo di solito si verifica a causa della formazione di lesioni o danni nell’area del chiasma ottico.

Il chiasma ottico è in realtà l’area vicino alla ghiandola pituitaria dove i nervi di entrambi gli occhi si intersecano per raggiungere il lato opposto del cervello.

Quadrantanopia: è una perdita della vista in un quadrante o un quarto del campo visivo. Il quarto di vista che si perde a causa della cecità di solito dipende da quale parte del cervello è stata danneggiata. La perdita della vista si verifica nella parte collegata alla parte danneggiata del cervello.

Emianopsia superiore: quando la perdita della vista si verifica nella parte superiore del campo visivo di entrambi gli occhi, si parla di emianopsia superiore.

Emianopsia inferiore: se la perdita della vista si verifica nella metà inferiore del campo visivo degli occhi, si parla di emianopsia inferiore.

Cause

Come accennato in precedenza, l’emianopsia può verificarsi a causa di una grave emicrania, ma è solo temporanea. Altre cause di emianopsia permanente includono:

Danno cerebrale: questo può essere dovuto a un incidente o a un intervento chirurgico al cervello che causa lesioni o danni a qualche parte del cervello con conseguente emianopsia. Anche la formazione di lesioni in diverse parti del cervello può essere causa di emianopsia.

Ictus: quando il cervello non riceve abbastanza ossigeno, smette di funzionare correttamente, provocando un ictus che è una condizione medica grave e pericolosa che nella maggior parte dei casi porta alla morte.

Ma se il paziente sopravvive, soffre di diversi disturbi, uno di questi è l’emianopsia.

Tumore al cervello: il tumore al cervello può anche essere una causa di emianopsia. La formazione di tumori nel cervello può causare danni o effetti negativi al cervello, con conseguente emianopsia.

Sintomi di emianopsia

L’emianopsia ha una varietà di segni e sintomi ad essa associati, inclusi i seguenti:

  • Perdita della visione periferica su uno o entrambi i lati del viso.
  • Perdita di coscienza visiva.
  • La persona si scontra regolarmente con altre persone o oggetti.
  • Non essere in grado di vedere oggetti o persone sul lato del viso in cui si è verificato il danno e si manifesta l’emianopsia.
  • Incapacità di elaborare frasi, frasi o intere parole durante la lettura a causa di schemi visivi disturbati o interrotti.
  • Allucinazioni visive, come vedere cose che non esistono necessariamente, come certi effetti di luce.

Oltre agli indicatori fisici dell’emianopsia, ci sono anche alcune ripercussioni psicologiche, emotive, cognitive e persino sociali.

Molti pazienti che soffrono di emianopsia possono diventare sempre più frustrati o spaventati con il peggioramento delle loro condizioni, poiché ciò può rendere estremamente difficile la mobilità e la partecipazione a eventi sociali.

Di conseguenza, questa perdita di visione del campo può anche avere un effetto negativo sulla capacità di una persona di vivere in modo indipendente e molti pazienti possono gradualmente diventare soli perché temono il mondo esterno e possibili lesioni permanenti.

Irritazione, aggravamento e stress accompagnano anche l’emianopsia perché le persone che ne soffrono pensano costantemente che le persone le urtino o che gli oggetti appaiano dal nulla.

Ciò può rendere praticamente impossibile il normale funzionamento in luoghi affollati.

Parte del problema è che molte persone non si rendono nemmeno conto di avere l’emianopsia fino a quando non vengono diagnosticate ufficialmente.

Diagnosi

Per diagnosticare accuratamente l’emianopsia, molto probabilmente il tuo oculista ti invierà da uno specialista che eseguirà una serie di test sulla tua vista.

Inizieranno ponendoti una serie di domande con l’intenzione di ottenere una comprensione completa e chiara dei sintomi che stai vivendo. Sarà inoltre sottoposto a una serie di test visivi utilizzando una macchina chiamata Humphrey Field Analyzer.

Questa macchina verifica individualmente la profondità della visione in ciascun occhio. Lampeggia in ogni punto possibile della tua visione, inclusi in alto a sinistra, in basso a sinistra, in alto a destra, in basso a destra e al centro.

Tutto quello che devi fare è premere un pulsante per indicare quando vedi la luce.

Se la macchina rileva che hai perso la luce più volte nelle stesse aree, determinerà che potrebbero esserci delle macchie vuote nel tuo campo visivo e questa è un’indicazione che potresti avere l’emianopsia.

Dopo questa valutazione, se si determina che soffre di emianopsia, il medico può ordinare una serie di test MRI per stabilire la causa iniziale di questa condizione, che si tratti di una lesione cerebrale, ictus o tumore.

Trattamento

Oggi sono disponibili diverse tecniche per trattare i pazienti affetti da emianopsia. Tutti si concentrano sul miglioramento della percezione di una persona e, in una certa misura, del suo campo visivo. Ma nessuno di loro può curare il disturbo.

I medici possono scegliere di applicare una qualsiasi di queste tecniche per trattare l’emianopsia e talvolta anche combinare più trattamenti per ottenere risultati migliori. Alcuni di loro sono i seguenti:

Addestramento alla stimolazione audiovisiva: questo è un programma progettato per migliorare le condizioni del paziente con emianopsia utilizzando suoni e luci.

In questa tecnica di trattamento, sia il campo visivo interessato che quello non affetto della persona che soffre di emianopsia vengono stimolati utilizzando un approccio multisensoriale. È un trattamento particolarmente efficace per l’emianopsia omonima.

Saccadi esplorative: chiamate anche terapia di scansione. In questa terapia di trattamento, i pazienti affetti da emianopsia vengono addestrati a eseguire saccadi esplorative in quella parte del campo visivo in cui si perde la vista, senza muovere la testa.

I pazienti con emianopsia sono addestrati a utilizzare questa tecnica nella loro vita quotidiana.

Espansori ottici per l’estensione visiva: esistono alcuni tipi speciali di occhiali in cui è montato un prisma per aumentare i campi visivi dei pazienti con emianopsia.

Il paziente con emianopsia combina l’immagine fornita dal prisma con ciò che può effettivamente vedere, aumentando così il suo campo visivo.

Terapia di restauro visivo

Si verifica in sedute di mezz’ora in cui il paziente affetto da emianopsia fissa lo sguardo su un punto e poi deve muovere la testa ogni volta che si presenta uno stimolo luminoso nel suo campo visivo.

Il computer registra i dati e dopo un po ‘il medico regola la tecnica in base ai dati forniti dal computer.

Queste erano alcune delle tecniche che possono essere utilizzate per riabilitare meglio i pazienti con emianopsia e aiutarli a vivere una vita il più normale possibile.

In che modo l’emianopsia influisce sulla vita quotidiana?

L’emianopsia può avere un effetto dannoso sulla vita quotidiana di una persona se non viene trattata.

Soprattutto quando le persone invecchiano, tendono a sentirsi più sole a causa di questa condizione perché si sentono un peso per i loro cari e per tutti coloro che li circondano.

Le persone con problemi di vista possono avere difficoltà a muoversi senza urtare persone o oggetti e, poiché anche la loro linea visiva è compromessa, molto probabilmente dovranno rinunciare anche ai loro privilegi di guida.

Questo può farli sentire un peso ancora maggiore per la loro famiglia e i loro amici se hanno bisogno di essere accompagnati o richiedono assistenza speciale da una persona cara o da un caregiver.

L’emianopsia avrà indubbiamente un forte impatto sulla tua vita quotidiana, ma ciò non significa che dovrebbe impedirti di riprendere le tue solite attività o di fare le cose che ti piacciono.

Imparando adeguate tecniche di coping e coping, puoi imparare a convivere con la condizione e persino a superare i sintomi associati all’emianopsia.

Se di recente hai avuto un ictus, una lesione cerebrale o un tumore e noti un forte calo della vista, segnala immediatamente queste preoccupazioni al tuo medico in modo che possa iniziare a prendere provvedimenti per gestire un piano di trattamento utile.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *