Macromolecola: Definizione, Struttura, Proprietà Fisiche E Funzioni

cosa sono le macromolecole sintetiche

Questa classe di molecole è talvolta chiamata biomacromolecole o biopolimeri.

Il termine macromolecola viene utilizzato in modo ambiguo per descrivere una molecola composta da qualsiasi “gran numero” di atomi, ma è sempre più inteso indicare solo quelle molecole che comprendono almeno 100 atomi.

La maggior parte delle macromolecole si trova in biologia e biochimica, sotto forma di lunghe catene di proteine ​​e acidi nucleici come il DNA.

Molte delle differenze tra gli organismi possono essere ricondotte alle diverse configurazioni delle macromolecole all’interno dell’organismo.

All’interno di un singolo organismo, possono esserci anche grandi differenze tra macromolecole assortite.

È raro vedere un metallo o un cristallo chiamato macromolecola, anche quando ci sono più di cento atomi legati insieme.

Più comunemente, il termine viene applicato alla plastica, dove ci sono innumerevoli esempi del tipo.

Le macromolecole possono essere trovate in plastica, gomma e diamanti.

Struttura

Le macromolecole sono grandi strutture costituite da atomi e strutture molecolari più piccole.

La maggior parte delle macromolecole sono polimeri, che sono lunghe catene di subunità chiamate monomeri.

Queste subunità sono spesso molto simili tra loro e, per tutta la diversità dei polimeri e degli esseri viventi in generale, ci sono solo circa 40-50 monomeri comuni.

Queste parti costituenti della macromolecola note come monomeri, nonostante siano un insieme molto piccolo, quando collegate in diverse configurazioni, producono una varietà estremamente ampia di macromolecole.

Proprietà fisiche

Le macromolecole non sono semplicemente una distinzione arbitraria, poiché presentano molte proprietà fisiche che le distinguono dalle molecole ordinarie.

Una proprietà particolarmente interessante è la sua incapacità di dissolversi in soluzione senza assistenza esterna (sotto forma di ioni o sali, per esempio).

Un altro è la sua tendenza a rompersi facilmente, spesso portando a supposizioni errate, come l’affermazione negli anni ’50 che il DNA non potrebbe mai essere superiore a 5.000 paia di basi.

Sebbene ora sappiamo che questo è terribilmente sbagliato (i filamenti di DNA possono essere nell’ordine di decine di milioni di coppie di basi), all’epoca gli scienziati stavano rompendo i filamenti di DNA ogni volta che li mettevano al microscopio.

In uso, “macromolecola” può anche riferirsi ad aggregati di più macromolecole, producendo essenzialmente super-macromolecole.

Queste macromolecole sono tenute insieme non da legami chimici, ma piuttosto da forze intermolecolari.

Correttamente, i termini di complessi di macromolecole dovrebbero essere usati quando ci riferiamo a queste combinazioni e come subunità ai componenti costituenti.

Caratteristiche

Le macromolecole svolgono ruoli importanti e talvolta vitali nella creazione e nel mantenimento della vita.

Sebbene esistano molti tipi di macromolecole, quelle fondamentali per l’esistenza della vita, chiamate macromolecole biopolimeriche, possono essere organizzate in quattro categorie: proteine, acidi nucleici, carboidrati e lipidi.

Proteine ​​(amminoacido)

Le macromolecole dei polipeptidi hanno la funzione principale di mantenere in funzione il corpo. Sono enzimi, strutture, recettori, trasporto, tra gli altri.

Le proteine, come tutte le macromolecole, sono formate da unità più piccole che si combinano e si uniscono per formare una molecola più grande.

Gli amminoacidi, che sono molecole più piccole e più semplici, si collegano end-to-end per formare proteine.

Ventuno amminoacidi diversi sono essenziali per la vita; ci sono molte combinazioni diverse che possono essere formate da questo set.

In quanto tali, ci sono molte diverse proteine ​​possibili, questo varia a seconda del numero di set di amminoacidi in una proteina, ciascuno con una sua funzione particolare, che va dall’attacco degli antigeni nel sangue al metabolismo regolatorio e alle particelle di cibo.

Le proteine ​​sono coinvolte nella maggior parte dei processi vitali.

Acidi nucleici (nucleotidi)

Questi polinucleotidi hanno la funzione di immagazzinare e trasferire informazioni.

Gli acidi nucleici, l’acido desossiribonucleico e l’acido ribonucleico, contengono e descrivono il codice genetico della vita.

Come macromolecole, gli acidi nucleici servono come un manuale di istruzioni dettagliato per lo sviluppo del corpo e il funzionamento di ogni cellula.

Gli acidi nucleici formano lo zucchero 2-desossiribosio, un gruppo fosfato e una delle quattro molecole di base.

Diverse combinazioni delle quattro molecole di base lungo la catena dell’acido desossiribonucleico codificano alcuni amminoacidi, che alla fine si connettono per formare proteine.

Mentre l’acido desossiribonucleico contiene le informazioni genetiche grezze per la vita, l’acido ribonucleico trasmette messaggi tra l’acido desossiribonucleico e la cellula.

Carboidrati (monosaccaridi)

Le macromolecole dei polisaccaridi hanno la funzione di immagazzinare energia chimica e recettori, e costituiscono anche la struttura della parete cellulare della pianta.

Trovati in molti alimenti che forniscono energia, i carboidrati aiutano il sistema nervoso, i muscoli e il corpo nella loro funzione generale.

Un gruppo di polimeri che non contengono altro che carbonio, idrogeno e ossigeno.

Il corpo umano scompone i carboidrati nei loro elementi costitutivi, che poi utilizza per alimentare le cellule e mantenere i processi corporei.

L’elenco dei carboidrati è ampio e include tutti gli zuccheri e gli amidi.

Lipidi (glicerolo, acidi grassi)

Queste macromolecole sono rappresentate da grassi, oli, cere, fosfolipidi e steroidi, fanno parte della struttura delle membrane protettive attorno alle cellule, forniscono vitamine essenziali, immagazzinano energia, hanno anche funzioni isolanti.

Mentre i carboidrati forniscono energia immediata al corpo, i lipidi, una classe di macromolecole, forniscono un accumulo di energia a lungo termine.

Esistono dozzine di lipidi, che sono molto importanti per vari organismi.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *