Medicina Olistica Come Medicina Alternativa: Storia, Definizione E Benefici Dei Trattamenti Olistici

qual è il significato della medicina olistica

La parola “olistico” deriva dal greco holos, che significa intero o completo.

La parola olismo fu usata per la prima volta da Jean Christian Smuts, un filosofo sudafricano nel suo libro “Holism and Evolution”, nel 1926 la usò per descrivere scuole filosofiche che considerano il sistema come un insieme piuttosto che un insieme di parti.

Ha più senso parlare delle forme di cura integrale o medicina olistica della “salute integrale”, perché quando si parla di salute questo già implica la totalità.

In generale, quando si tratta di buona salute, la maggior parte delle persone pensa che significhi assenza di malattia. In realtà, una buona salute significa assenza di malattie e qualcosa di molto di più.

La salute è definita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) come fisica, mentale, sociale e recentemente è stata concepita l’ipotesi che sia anche della natura del benessere spirituale.

Questo concetto globale implica una mente sana in un corpo sano, in un ambiente sociale sano. Questo è un prerequisito per la salute spirituale di un individuo che cerca di conoscere se stesso.

In altre parole, la salute è un equilibrio tra l’uomo e il suo ambiente al fine di “Realizzazione del Sé”, “conoscenza di sé” o “processo di individuazione”, come cita lo psichiatra Carl Jung.

“Questo stato non è statico, quindi deve essere mantenuto continuamente mentre l’uomo interagisce con il suo ambiente.”

Pertanto, questo approccio è strettamente correlato al concetto di qualità della vita, cioè ciò che abbiamo oggi deve essere vicino all’ideale che desideriamo per noi stessi, compreso il nostro benessere spirituale desiderato.

La medicina moderna è eccellente, così come gli aspetti biologici, ma è urgente collegare questi aspetti con le condizioni psicologiche degli esseri umani e del loro ambiente sociale.

Dobbiamo tener conto della complessa interdipendenza tra il corpo e la mente nella salute e nella malattia, nonché l’interconnessione tra l’uomo e l’ambiente che lo circonda.

Una delle nuove basi è stata il riconoscimento della complessa interdipendenza tra mente e corpo nella salute e nella malattia, suggerendo un approccio “psicosomatico” a tutte le forme di terapia.

Medicina moderna

Attualmente, il campo della medicina mente-corpo si sta espandendo rapidamente.

Negli ultimi anni sono stati scritti molti articoli che affermano che lo stato di salute è considerato sia il modello della medicina occidentale, sia le fonti alternative di medicina disponibili in diverse parti del mondo.

Quindi possiamo considerare la salute come un processo continuo. Tenendo conto che si tratta di un fenomeno multidimensionale. Una persona può stare bene fisicamente, ma i problemi sociali o emotivi possono farla ammalare.

Essere sani significa, quindi, essere in armonia con se stessi, fisicamente, mentalmente, emotivamente e anche con l’ambiente.

Umesh Rai, neurofisiologo medico indiano, membro dell’Accademia Internazionale delle Scienze Mediche, cita nel suo libro “Enlightened Medical Science” quanto segue, nel 1993 I principi di base coinvolti nella medicina olistica:

  1. Il tutto è maggiore della somma delle parti. Ciò significa che quando si esamina una parte, ad esempio il cuore, è necessario essere consapevoli di come le emozioni, i pensieri, la cultura e l’ambiente influenzano le funzioni del corpo. Pertanto la medicina olistica sfida la nozione di causa ed effetto e utilizza la teoria dei sistemi lineari per spiegare i fatti.
  2. L’uso di sistemi di medicina alternativi, come l’oligoterapia biocatalitica, la medicina classica cinese, l’ omeopatia , la medicina ayurvedica, il metodo bio-feedback, lo yoga, la visualizzazione delle immagini, la psicologia analitica, ecc. Tutti utilizzati ma sempre tenendo conto dell’efficienza dei servizi forniti, dei costi e dei benefici. In questo caso bisogna stare attenti anche alle cosiddette “soluzioni fantastiche”, poiché l’effetto è fugace e transitorio.
  3. Partecipazione del paziente al proprio processo di guarigione. Per l’approccio olistico si sottolinea di incoraggiare e facilitare l’assunzione di responsabilità nel processo di recupero. Basato sul principio che il potere di guarire risiede in ogni individuo.
  4. La salute dello stesso medico (terapista): l’approccio olistico suggerisce anche che la salute fisica, mentale, sociale e spirituale del terapista dove anche l’equilibrio dovrebbe essere importante. È una componente fondamentale nell’esito dell’interazione tra medico e paziente.

Stati emotivi negativi, blocchi energetici nei meridiani, mancanza di conoscenza del corpo, carenza di cibo, tra gli altri, rendono la vita senza dubbio una miseria.

Questo perché anche se le persone in queste situazioni non sono malate, nel senso tecnico del termine, non stanno nemmeno usando il loro corpo al massimo.

Invece, per molti di loro, sono proprio i blocchi che impediscono loro di svolgere le loro attività quotidiane nel modo in cui vorrebbero.

La terapia olistica è nata in questa lacuna. Non è una pratica medica dove la ricerca è prevalentemente di equilibrio corporeo, psichico e sociale attraverso stimoli naturali, attraverso l’autoaiuto o il risveglio della coscienza dell’individuo sul proprio corpo e sul proprio ruolo in mezzo a loro.

La Terapia Olistica Professionale deve necessariamente contenere azioni di cura, promuovere la conoscenza di sé e la ricerca dell’equilibrio energetico, sempre all’interno del paradigma olistico.

Allo stesso tempo promuovere l’ottimizzazione della qualità della vita attraverso le diverse tecniche di terapie olistiche o naturali, evitando ogni termine o duplicazione del concetto di attività sanitaria o di altra natura.

Benefici dei trattamenti olistici

Il trattamento olistico è definito come un approccio piuttosto che come un trattamento; si concentra sull’intero essere della persona: il suo benessere fisico, emotivo, mentale e spirituale che deve essere affrontato.

Il trattamento olistico è più sullo stile di vita della persona e identifica gli squilibri che possono causare alcuni effetti negativi sulla salute della persona.

Si concentra sulla causa principale della malattia e l’obiettivo è eliminare la malattia incoraggiando la persona a lottare per l’integrità e una vita sana.

I vantaggi dei trattamenti olistici sono:

  • Sollievo dal dolore più rapido.
  • Salute generale migliorata.
  • Comprendi la necessità di uno stile di vita equilibrato
  • Consapevolezza di mantenere l’ambiente sano e sicuro.
  • Uso di più risorse naturali: erbe e medicinali naturali.
  • Applicazione di metodi più naturali per curare malattie come una corretta alimentazione, esercizio fisico, disintossicazione e altri trattamenti naturali non invasivi.

Il trattamento olistico ha giovato a malattie come il cancro ovarico in cui la maggior parte delle donne trattate in questo modo ha sperimentato meno dolore, miglioramento generale della salute, ridotta crescita delle cisti e totale eliminazione del cancro.

Un altro vantaggio del trattamento olistico è il miglioramento della salute degli occhi, in particolare per quelli con glaucoma.

Questo trattamento si concentrava su farmaci naturali combinati con esercizi per gli occhi, abitudini alimentari sane, integratori vitaminici naturali ed esercizi per alleviare lo stress come yoga, meditazione ed esercizi di rilassamento.

Si ritiene che applicando un trattamento olistico, la prevenzione delle malattie degli occhi sarebbe più efficace.

Il trattamento olistico ha anche beneficiato del programma di riabilitazione dalla droga incorporando un approccio olistico al trattamento.

Tutte le possibili cause di dipendenza sono adeguatamente affrontate con l’aiuto di medici e altri che forniscono assistenza per il recupero dei tossicodipendenti.

Questo trattamento include terapie più ricreative, una corretta alimentazione con l’uso di erbe naturali, esercizi regolari per alleviare lo stress e consulenza spirituale.

L’uso di farmaci sintetici per calmare chi è in riabilitazione è evitato il più possibile perché hanno bisogno di purificare il corpo dalle tossine già applicate utilizzando metodi più naturali.

Anche il trattamento olistico ha giovato alla cura degli animali domestici. La maggior parte dei proprietari di animali domestici è ora in modo olistico per prendersi cura dei propri animali domestici.

La pratica di dare all’animale un buon cibo nutriente, un corretto esercizio fisico, integratori vitaminici naturali e massaggi sono raccomandati per mantenere gli animali in salute.

Il trattamento come l’agopuntura viene eseguito al posto delle iniezioni.

I trattamenti olistici possono essere combinati con metodi convenzionali se le circostanze lo consentono, soprattutto se l’obiettivo è curare ed eliminare completamente la malattia.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *