Reticolo Endoplasmatico Liscio: Definizione, Struttura E Funzioni Di Questo Organello Membranoso

struttura del reticolo endoplasmatico liscio

È un organello membranoso che si trova nella maggior parte delle cellule eucariotiche.

È un sottoinsieme del sistema endomembrana del reticolo endoplasmatico. Le sue funzioni principali sono la sintesi di lipidi, ormoni steroidei, la disintossicazione dei sottoprodotti metabolici nocivi e la conservazione e il metabolismo degli ioni di calcio all’interno della cellula.

Il reticolo endoplasmatico liscio è più tubolare del reticolo endoplasmatico  grezzo e forma un sottocompartimento della rete di interconnessione a traliccio.

Il reticolo endoplasmatico liscio si distingue dalle altre parti del reticolo endoplasmatico per l’assenza di ribosomi legati alla membrana. Questo organello è anche morfologicamente distinto, spesso costituito da strutture tubolari chiamate cisterne.

Questo tipo di reticolo endoplasmatico è prominente nelle cellule del fegato che processano sostanze chimiche dannose, nelle cellule del  sistema endocrino  , come quelli nelle ghiandole surrenali che producono ormoni steroidei e nelle cellule eccitabili, come i neuroni e le cellule muscolari che usano  segnaletica  corrente alternata  2+ .

Struttura del reticolo endoplasmatico liscio

Il reticolo endoplasmatico liscio è composto principalmente da reti poligonali tridimensionali di tubuli chiamati cisterne. Hanno un diametro di circa 50 nm nei mammiferi e un diametro di 30 nm nel lievito.

La grande curvatura di queste strutture deve essere stabilizzata da molte proteine, inclusi i reticoloni, DP1 e proteine ​​che migliorano l’espressione del recettore.

Queste proteine ​​piegano la membrana attraverso elementi strutturali che si legano nel doppio strato lipidico o compongono la membrana attraverso l’oligomerizzazione.

La presenza di queste proteine ​​sembra cruciale per l’esistenza delle cisterne tubolari poiché la loro soppressione o soppressione porta ad un eccesso di strutture piatte simili a sacchi nel reticolo endoplasmatico e ad una quasi completa assenza di tubuli.

Anche il reticolo endoplasmatico liscio è una struttura dinamica, con nuovi tubuli che spuntano dai lati delle strutture esistenti. L’estensione della rete del reticolo endoplasmatico liscio dipende dall’actina e dal citoscheletro dei microtubuli della cellula.

La struttura del reticolo endoplasmatico liscio è di particolare importanza in due tipi di cellule del corpo umano: cellule muscolari e neuroni.

La presenza di una vasta rete di reticolo endoplasmatico in tutto il neurone è strettamente correlata alla sua interazione con actina e microtubuli e l’organello forma una rete continua in tutta la cellula. È presente nelle piccole spine dendritiche, lungo lo stretto assone, e si estende attraverso la sinapsi.

Alla sinapsi, il reticolo endoplasmatico liscio è spesso associato ai mitocondri. Anche quando il citoscheletro si depolimerizza e la rete tubulare del reticolo subisce importanti cambiamenti morfologici, l’associazione tra i mitocondri e il reticolo endoplasmatico liscio rimane intatta.

Nelle cellule muscolari, il reticolo endoplasmatico liscio è chiamato reticolo sarcoplasmatico ed è un sito importante per la conservazione degli ioni calcio.

L’immagine mostra un muscolo scheletrico, con il reticolo sarcoplasmatico colorato in blu. Insieme a strutture speciali nella membrana plasmatica della cellula muscolare (tubuli T), il reticolo sarcoplasmatico svolge un ruolo importante nella contrazione delle fibre muscolari.

Funzioni del reticolo endoplasmatico liscio

Il reticolo endoplasmatico liscio è importante nella sintesi dei lipidi, come il colesterolo e i fosfolipidi, che formano tutte le membrane del corpo.

Inoltre, è importante per la sintesi e la secrezione di ormoni steroidei dal colesterolo e da altri precursori lipidici. Inoltre, è coinvolto nel metabolismo dei carboidrati.

La natura dinamica del reticolo endoplasmatico liscio è particolarmente importante nel fegato in quanto disintossica una serie di sostanze e le rende facilmente rimovibili dal corpo.

Ad esempio, quando si verifica un aumento improvviso e drastico della quantità di alcuni farmaci liposolubili nel corpo, il reticolo endoplasmatico liscio degli epatociti nel fegato li metabolizza in composti idrosolubili in modo che possano essere escreti nelle urine.

Per fare ciò, la rete del reticolo endoplasmatico liscio di un epatocita può quasi raddoppiare di dimensioni e quindi tornare alla sua forma e dimensione originali dopo che l’attacco chimico è stato neutralizzato.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *